Roberta Bambace nasce a Merano (BZ) e intraprende lo studio del pianoforte all’età di sei anni.

Dopo essersi diplomata con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del Maestro Nunzio Montanari al Conservatorio “C. Monteverdi” di Bolzano, si è perfezionata col Maestro Bruno Mezzena, frequentando in particolare i corsi sulla musica del XX secolo al “Ticino Musica International Classic” – Lugano (CH).

Ha studiato canto e letteratura alle Università di Bolzano e Modena.

Inoltre, ha frequentato le Masterclass con Irvin Gage a Firenze sul canto vocale da camera e l'”International Vocal Chamber Music Workshop” a Conegliano Veneto (Italy) con Charles Spencer, concentrandosi in particolare su compositori come Vaughan Williams, Aaron Copland, Charles Ives and F. Poulenc.

Il suo repertorio spazia da Scarlatti fino ai compositori del XX secolo, includendo anche la Sonata per pianoforte di Elliott Carter (1945-46, rev. 1982), la Sonata per pianoforte di Aaron Copland, il Concerto per pianoforte e orchestra op. 42 di Arnold Schoenberg e gli Études di Charles Ives.

Comincia la sua attività artistica all’età di 11 anni – suonando il concerto n.1 di Beethoven con l’orchestra Haydn di Bolzano – con enorme successo e ha vinto molti premi in competizioni nazionali (tra cui “Città di Treviso”, “Città di La Spezia”, “Città di Cesena”, “F. Liszt” di Livorno) e internazionali, come “Palma d’Oro” di Finale Ligure, “P. Neglia” di Enna, “Citade do Oporto” (Portogallo) e “F.Liszt” di Sopron (Ungheria).

Un’intensa attività concertistica come solista, con orchestre e in formazioni cameristiche la porta a suonare per importanti associazioni musicali e festival pianistici internazionali in Italia e in molti paesi europei, ricevendo un largo consenso di pubblico e critica: Accademia Chigiana, Teatro Comunale di Treviso, Teatro Scientifico Bibiena di Mantova, Teatro Sociale di Mantova, Auditorium “C. Monteverdi” di Bolzano, “Amici della Musica” di Arezzo – Sala del Petrarca, Brescia – Salone da Cemmo, Auditorium “Maurice Ravel” per la “Societé des Concertes di Madame Richepim” a Parigi, Sala Verdi di Milano, Associazione “A. Mozzati” al Rosetum di Milano, Musikverein di Stoccarda, “Bocksaal” di Leutkirch in Allgau in Svevia, Teatro alle Grazie e Sala Piatti di Bergamo, Sala Bossi – Amici della Musica di Bologna, Teatro Comunale di Modena, Teatro “Alighieri” di Ravenna, Teatro “Bonci” di Cesena, Amici della Musica di Faenza, Kursaal e “Pavillon des Fleures” di Merano, Festival Internazionale di Amalfi, Musikverein di Innsbruck (Austria), Museo de L’Empordà – “Salvador Dali” di Figueres e Barcellona (Spagna), Palazzo do Bolsa e Teatro “Carlos Alberto” di Oporto (Portogallo), Rassegna Musicale dei Primi Premi Nazionali di “Villa Simes” a Padova, Rassegna Concertistica di “Mantova Estate” a Palazzo Tè e Palazzo Ducale, Abbazia di Pomposa – “Ferrara Estate”, Praga (Rep. Ceca) – Sala Smetana, “Sala Hajdn” Castello di Estherazy di Eisenstadt per lo European Liszt Society, Festival Ticino Musica (Svizzera).

Recentemente ha suonato in una tournée in una serie di recital in India: Goa (Institute Menezes Briganza Panaji), Pune (Mazda Hall Poona Music Society), Mumbai (Prithvi Theatre e NCPA Experimental Theatre).

Tiene regolarmente Masterclass e Lectures in diverse Università in Italia, Spagna (Vigo, Granada, Cordoba, Tenerife), Turchia (Eskişehir), Romania (Timișoara) e Georgia (თბილისი – Tbilisi).

Ha registrato per la Rai di Trento e Bolzano, per Rai Uno suonando per la trasmissione “Voglia di Musica” condotta da Luigi Fait, e per le televisioni di Germania, Austria e Ungheria.

Ha anche inciso le opere pianistiche di Lucio Campiani per l’etichetta “Bottega Discantica” e ha collaborato alla realizzazione di un CD live recording prodotto dal Conservatorio di Mantova, suonando il concerto per pianoforte e orchestra KV 238 e il Rondo KV 386 di W. A. Mozart nel 2006.

Nel 2016, in duo con Claudio Conti ha pubblicato per l’etichetta “Brilliant Classics” l’incisione discografica (sound engineer Maurizio Carrettin) dell’integrale delle opere per pianoforte e clarinetto del compositore tedesco Max Reger.

Nel 2018 ha registrato la “Sonata para piano” n°1 di Alberto Ginastera per l’etichetta americana Odradek Records.

È docente di Pianoforte principale dal 1980, prima al Conservatorio “C. Monteverdi” di Bolzano e ora al Conservatorio “L. Campiani” di Mantova.